Corso Alta Formazione per Esperto in Europrogettazione – 2011/2012

Il corso per Esperto in Europrogettazione, accesso ai finanziamenti comunitari e rendicontazione di fondi europei è realizzato nell’ambito del Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione in Rete 2011/2012.

ID. CORSO: 9545

Obiettivi

Il corso mira alla formazione di professionisti nel campo dell’Europrogettazione, in grado di individuare le fonti di finanziamento comunitarie per lo sviluppo di progetti in vari settori, al fine di migliorare la capacità di aziende ed enti pubblici di accedere ai fondi europei stanziati attraverso bandi comunitari. In particolare il corso si focalizzerà sulla Programmazione europea 2007/2013, fornendo una conoscenza approfondita delle Politiche Comunitarie e delle linee di intervento, nonché le competenze necessarie per e realizzare progetti di sviluppo ed innovazione.

Destinatari

Il corso è accessibile a laureati (anche laurea triennale) sia del vecchio che del nuovo ordinamento, di tutte le facoltà.
Per la partecipazione è necessaria una conoscenza di base delle Istituzioni europee e dei principali obiettivi UE, e una buona padronanza della lingua inglese.

I risultati conseguiti dal progetto

Come previsto dal progetto, durante il Project Work le corsiste  con il supporto delle docenti, la dott.ssa Elisabetta Leone e la dott.ssa Giovanna Di Marcello, hanno elaborato un progetto finalizzato alla promozione della Cittadinanza Europea presso le scuole.

Il progetto è stato presentato a valere sulle risorse messe a disposizione dal Programma Comunitario Gioventù in Azione (Youth in Action) – Azione 1 Gioventù per l’Europa Azione 1.2 – Iniziative Giovani – gruppo informale ERA – European Regional Association, titolo progetto “Build European Town”.

In data 1 maggio 2012 il progetto è stato AMMESSO A FINANZIAMENTO.

Di seguito il link da cui poter consultare la graduatoria di ammissione a finanziamento del progetto presentato dalle nostre corsiste:

GRADUATORIA PROGETTI

(il progetto è a pag. 7 della graduatoria, dal titolo “Build European Town”).

Sede del corso

Associazione Time Vision – via Tavernola, 6-8, Castellammare di Stabia (NA)

Durata e date

Data inizio corso 17 gennaio 2012
Durata 300 ore

Quota di partecipazione:

Il costo del corso è di € 5.000,00

Il corso è fruibile gratuitamente da coloro che sono risultati vincitori del bando di Alta Formazione in rete 2011/2012 della Regione Campania.

PER QUESTO CORSO SONO DISPONIBILI BORSE DI STUDIO
del valore complessivo di € 3.800,00 messe a disposizione da Partner aziendali della Time Vision

PER PARTECIPARE ALLA SELEZIONE COMPILARE E INVIARE
agli indirizzi indicati sul modulo la seguente

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE

Programma didattico

Modulo I – Istituzioni europee: ruoli e competenze (5 ore)

  • Le istituzioni dell’Unione europea;
  • Procedimenti normativi ed atti comunitari: l’iter legislativo;
  • La struttura amministrativa dell’Unione europea.
  • Il sistema delle lobby presso le istituzioni europee.

Modulo II – Politiche di finanziamento europee (10 ore)

  • Norme alla base della concessione, erogazione e controllo dei finanziamenti europei;
  • Le diverse modalità di finanziamento dell’Unione europea: progetti europei e appalti comunitari
  • Principali fonti informative sulle opportunità di finanziamento comunitario nei vari settori economici.

Modulo III – L’analisi del Bilancio della Comunità Europea: disponibilità e stanziamenti (5 ore)

  • Struttura generale del bilancio: funzione e principi di redazione;
  • Lettura delle principali voci di bilancio;
  • Le entrate e gli stanziamenti dell’Unione Europea.

Modulo IV – Programmazione europea 2007/2013: politiche e linee di intervento (10 ore)

  • Gli obiettivi strategici della programmazione 2007/2013
  • Il quadro normativo del FESR, del FSE e del Fondo di Coesione
  • Fondi strutturali: caratteristiche, obiettivi ed articolazione;
  • Nuovi criteri di legiferazione comunitaria: semplificazione, sussidiarietà, decentramento e proporzionalità.

Modulo V – L’applicazione nazionale delle politiche europee: la programmazione 2007/2013 in Italia (10 ore)

  • Obiettivi generali e priorità d’intervento
  • Caratteristiche dei Programmi Operativi: settore di appartenenza, fondi erogati, beneficiari, azioni finanziabili dei Programmi Operativi
  • Suddivisione dei Programmi Operativi (P.O.) per aree geografiche e settori: 1 regionali (P.O.R.) 2 nazionali (P.O.N.) 3 interregionali (P.O.I.N.)
  • Le risorse finanziarie a disposizione delle regioni.

Modulo VI – Istituti di finanziamento europei (10 ore)

  • La Banca Europea per gli Investimenti (BEI)
  • I finanziamenti per le PMI: il FEI Fondo Europeo per gli Investimenti
  • I finanziamenti a favore dei paesi dell’Europa Centrale: la Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS);
  • Aiuti di Stato: regolamenti, tipologie e vincoli.

Modulo VII – Dall’idea progettuale alla definizione della partnership (20 ore)

  • Individuazione dell’idea progettuale e verifica della coerenza con il programma comunitario;
  • Studio di prefattibilità dell’idea progettuale: applicabilità del progetto agli obiettivi comunitari, studio dell’avviso pubblico, analisi di settore e di mercato, analisi dei competitors per conferire valore aggiunto al progetto;
  • Individuazione dei partner di progetto e costituzione della rete: obblighi dei partner, modalità di funzionamento della partnership (clausole contrattuali), spese e pagamenti, responsabilità di ciascun partner in base al ruolo assunto nel progetto, tutela della proprietà intellettuale, protezione e disseminazione dei risultati e modalità di scioglimento del contratto.

Modulo VIII – Metodi e tecniche di europrogettazione (30 ore)

  • Modalità di redazione dei progetti;
  • Il Project Cycle Management e il Logical Framework;
  • Definizione del budget di progetto;
  • La redazione del progetto: applicazione dei criteri di valutazione della Commissione europea al progetto (autovalutazione)
  • La modulistica ed allegati di riferimento;
  • Pianificazione delle attività e check list dei documenti da allegare;
  • Pianificazione finanziaria del progetto;
  • Il budget di progetto: principi, regole generali e modalità di redazione.

Modulo IX – Diffusione dei risultati (5 ore)

  • Il piano di comunicazione del progetto;
  • Strumenti e modalità di diffusione e valorizzazione dei risultati

Modulo X – Rendicontazione, gestione e controlli sui fondi comunitari (30 ore)

  • Modalità di affidamento dei fondi
  • Rimodulazione del piano economico di progetto;
  • Le comunicazioni amministrative agli Organi preposti;
  • Il monitoraggio fisico e finanziario del progetto;
  • L’impostazione delle tecniche di contabilizzazione;
  • Progettazione in itinere e azioni correttive;
  • L’ammissibilità dei costi in base al fondo di finanziamento;
  • Ammissibilità delle spese, procedure di rendicontazione e certificazione degli interventi cofinanziati dai Fondi strutturali;
  • I profili fiscali: contributo in conto esercizio, in conto impianti e in conto capitale;
  • Il trattamento ai fini IVA a seguito della Risoluzione n. 135/E/2003;
  • Cumulabilità degli incentivi; con altri fondi nazionali e comunitari;
  • Il sistema dei controlli e delle verifiche ispettive;
  • I controlli a campione;
  • Gli audit di altri soggetti: Commissione europea, Corte dei Conti Europea;
  • Mancato riconoscimento delle spese:
  • La revoca e recupero dei fondi in caso di inadempienze;
  • L’irregolarità e la frode ai sensi del Regolamento 1828/2006;
  • Le sanzioni pecuniarie in caso di inadempienza.

Modulo XI – Approfondimento: Finanziamenti diretti della Commissione Europea (15 ore)

  • Le politiche europee a sostegno della ricerca;
  • Il VII Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico: obiettivi, temi ed aree di intervento;
  • I programmi di finanziamento della ricerca “Cooperation”, “Capacities”, “Ideas” e “People”;
  • I progetti di ricerca collaborativa: sinergie e coordinamento tra partner di ricerca nazionali;
  • Il programma Marie-Curie per lo sviluppo delle risorse umane nel campo europeo della ricerca;
  • Il Programma Quadro per la Competitività e l’Innovazione
  • Programmi a sostegno dello sviluppo dell’innovazione e dell’imprenditorialità per le PMI;
  • Politiche per lo sviluppo e la promozione delle Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione
  • Finanziamento e incentivi per l’investimento all’estero: le norme e le leggi per l’internazionalizzazione d’impresa;
  • Le opportunità e gli strumenti offerti dagli Enti Istituzionali e dai fondi pubblici di Venture Capital;
  • Modalità di accesso al credito per l’avviamento e la crescita delle PMI e per l’investimento in progetti di innovazione
  • I criteri di attuazione delle politiche a favore delle PMI innovative e a forte crescita

Modulo XII – Approfondimento: Politiche europee in campo energetico: obiettivi e finanziamenti (10 ore)

  • La politica energetica per l’Unione Europea
  • L’applicazione delle direttive europee a livello Nazionale e Regionale
  • Politiche regionali in materia di energia: lla situazione normativa;
  • Il programma operativo Energia Intelligente:
  1. Obiettivi ed articolazione
  2. Il programma di lavoro
  3. I bandi aperti
  4. Tipologie di progetti e di soggetti proponenti;
  5. Modalità di presentazione della domanda
  6. Criteri di valutazione dei progetti.

Modulo XIII – Laboratorio-project work: Elaborazione e presentazione di un progetto comunitario (40 ore)

Il modulo pratico, che si svolgerà al termine dell’attività di formazione frontale, impegnerà gli allievi nella realizzazione di un progetto a valere sulle risorse messe a disposizione dai “Calls for proposal”. Ogni gruppo di allievi, sotto la supervisione del tutor, dovrà individuare un bando europeo, analizzarlo, individuare un’idea progettuale e realizzare lo studio di prefattibilità, individuare e prendere accordi con i possibili partner, secondo i requisiti di partecipazione individuati dall’Avviso, procedere alla progettazione e definire il budget di progetto. Al termine di tale percorso gli allievi, una volta allegati i documenti richiesti per la partecipazione, potranno procedere alla consegna del progetto alla Commissione Europea che provvederà alla valutazione. Gli allievi i cui progetti dovessero essere ammessi a finanziamento, potranno essere coinvolti in qualità di collaboratori nella realizzazione dello stesso in collaborazione con l’Associazione Time Vision.

Stage (100 ore)

Lo stage si svolgerà prevalentemente presso enti di formazione, organizzazioni no profit e Amministrazioni Pubbliche, interessati a partecipare a bandi europei per la realizzazione di progetti transnazionali. L’Associazione Time Vision ha già raccolto le manifestazioni di interesse di numerose Amministrazioni Comunali della Regione Campania che desiderano ospitare presso le proprie strutture professionisti esperti in Europrogettazione.

Cosa dicono di noi

Ecco alcuni stralci delle relazioni di fine corso delle allieve:

Ilaria Camardella, voucherista:

La mia valutazione generale sul suddetto corso è positiva, per certi aspetti si è rivelata anche superiore alle aspettative. Per le 200 ore trascorse in aula, la maggior parte dei docenti hanno saputo trasferirci non solo la teoria degli argomenti trattati, ma un mix di praticità, concretezza e di esperienze professionali personali. ..La presentazione del progetto con la sua successiva approvazione, ha contribuito sicuramente a rendermi ancora più entusiasta sul corso e sulla qualità della maggior parte dei docenti.