era digitale

Si discute da tanto su quanto si sia evoluto il mercato del lavoro e su quanto siano cambiate le esigenze di ques’ultimo. Ormai, si affacciano sull’orizzonte nuove professionalità al passo con i mutamenti del mercato del lavoro e il mondo digitale resta una grande conferma di incubatore di nuove figure professionali.

Secondo un’indagine fatta da Adecco, agenzia per il lavoro, leader in Italia, già da quest’anno serviranno 4000 specialisti, richiesti da grandi e piccole aziende. Tra quelle che operano nel campo informatico e della comunicazione digitale, ma anche da una miriade di realtà economiche medie e piccole che diversificano le proprie attività sul web e che attraverso Internet rafforzano il proprio brand e la fidelizzazione del cliente. La ricerca riguarderà in particolare il grafico web che realizza pagina web, banner, interfacce, newsletter e il web analyst consultant specializzato nell’analisi legate principalmente alle performance dei siti web e alle chiavi di ricerca correlate.

Tra le figure emergenti si annoverano il Comunicatore e venditore con competenze tecnologiche, il Social Media manager o specialist, in grado di sfruttare a pieno le potenzialità dei social, il Digital Marketing Specialist, il Web Content Manager che progetta i contenuti del sito, fino ad arrivare al Digital Fundraiser Office per campagne di raccolta fondi attraverso il web e i social.

E ancora il Data Analyst, il quale effettua analisi su database, sia privati che pubblici ed individua nuove tendenze di mercato, lo Sviluppatore Software che realizza programmi e applicazioni per computer, web o dispositivi mobilie, l’IT architect invece colui che progetta da zero l’architettura dei sistemi informatici e verifica che le soluzioni proposte siano le più efficaci per le esigenze di business.

Non cambiano solo le metodologie per svolgere vecchi o nuovi lavori, ma il prossimo ventennio vedrà anche l’evoluzione di nuove professionalità, già consolidate nello scenario americano, che avranno lo scopo di ‘insegnarci’ a soddisfare la nostra esigenza di vivere meglio e di ottenere il massimo dalla nostra vita. Si tratta di consulenti in grado di organizzare il tempo libero, che ci aiutino nelle scelte lavorative e nelle piccole e grandi scelte della vita; Lifecoach, Counselor e Career Manager, questi i consulenti che saranno sempre più richiesti nel dispensare consigli sullo stile di vita e sulla carriera.

Ad ogni modo, a prescindere dalla professione che si svolgerà, e che dovrà comunque adattarsi al cambiamento in atto, due saranno le caratteristiche imprescindibili che il lavoratore dell’ era digitale dovrà possedere: flessibilità e reattività. La prima è la capacità di adattarsi ai cambiamenti radicali delle modalità di lavoro, in alcuni casi in tempi anche molto brevi, la seconda è la propensione ad avere una visione d’insieme e a svolgere un’analisi multifattoriale.

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!