Decreto Dignità – Legge n. 96 del 9 agosto 2018

Contratto di lavoro a termine determinato
Contratti di lavoro a termine: può essere apposto un termine non superiore a 12 mesi. È possibile superare i dodici mesi, ma in ogni caso non più di 24, solo in presenza di almeno una di tali condizioni:

  • Esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività (ovvero esigenze di sostituzione di altri)
  • Esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria.

Laddove il contratto sia stipulato per una durata superiore a dodici mesi: lo stesso si trasforma automaticamente in contratto a tempo indeterminato.

Proroghe possibili per il contratto a tempo indeterminato
Si riduce da 5 a 4 il numero massimo di proroghe possibili per il contratto a tempo determinato. In ipotesi di quinta proroga il contratto si considera automaticamente trasformato a tempo indeterminato.

Ad ogni rinnovo corrisponde un aggravio contributivo dello 0,5% a carico del datore di lavoro (fatta eccezione per colf e badanti) i contratti a termine non possono superare il 30% di quelli a tempo indeterminato in forza presso l’azienda (nel conteggio sono compresi anche i contratti dii somministrazione).

Esonero Contributivo Under 35
È confermata fino al 2020 la misura di esonero contributivo per le assunzioni dei giovani fino ai 35 anni di età (in luogo dei 30 originariamente previsti); i datori di lavoro potranno in tal caso beneficiare di uno sgravio contributivo pari al 50% per un periodo massimo di 36 mesi.

Il limite massimo dello sgravio contributivo. Il limite massimo dello sgravio contributivo è pari a 3.000 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

Voucher
È prevista la parziale reintroduzione dei Voucher, ma solo per una durata massima di 10 giorni, come mezzo di retribuzione di pensionati, disoccupati, studenti fino ai 25 anni, nei settori alberghiero, agricoltura ed enti locali.

Lavoratori in NASPI - Contratto a tempo pieno e indeterminato

Lavoratori interessati
Lavoratori in godimento dell’indennità NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l’impiego)

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro privati

Agevolazione
Il contratto di lavoro deve essere a tempo pieno e indeterminato

Incentivo 
Incentivo pari al 20% dell’indennità mensile che sarebbe stata corrisposta al lavoratore per il periodo residuo di spettanza dell’indennità.

L’incentivo non spetta:

  • per quei lavoratori riassunti dopo il licenziamento che siano nell’arco temporale dei 6 mesi per l’esercizio del diritto di precedenza (art. 15, c. 6, della L. 264/1949);
  • qualora l’impresa assumente, pur appartenendo ad altro settore, sia in rapporto di collegamento o controllo con l’impresa che ha operato il recesso, oppure l’assetto proprietario sia sostanzialmente coincidente.

Lavoratori in mobilità e percettori di altre forme di trattamenti di disoccupazione - Contratto di apprendistato professionalizzante

Categoria lavoratori interessati
Lavoratori senza limiti di età beneficiari di indennità di mobilità e di over ‘29 beneficiari di altri trattamenti di disoccupazione (NASpI, Aspi e MiniASpi, Indennità di disoccupazione edile, DISCOLL).

Categoria datori di lavoro
Tutti i datori di lavoro privati

Agevolazione
Assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante.

Incentivo
Per i beneficiari di indennità di mobilità: aliquota contributiva del 10% a carico del datore di lavoro nei primi 18 mesi di contratto; l’aliquota contributiva a carico del lavoratore è del 5,84% per l’intera durata del contratto di apprendistato (36/60 mesi).

Beneficio Economico
È inoltre previsto un incentivo economico a favore del datore di lavoro in misura pari al 50% della indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore per il residuo periodo di fruizione

Ambito Territoriale
Tutto il territorio nazionale

Aiuti di stato  
Non soggetto a regola De Minimis

Datori di lavoro con >  9 dip

 PeriodoAliquota contibutiva a carico del DLAliquota a carico LavTotale
 Dal 1 al 36 mese (60 per artigianato)11,61%5,84%17,45%

 

Datori di lavoro con fino a 9 dip

 PeriodoAliquota contibutiva a carico del DLAliquota a carico LavTotale
 Dal 1 al 12 mese3,11%5,84%8,95%
 Dal 13 al 24 mese4,61%5,84%10,45%
 Dal 25 al 36 mese (60 per artigianato)11,61%5,84%17,45%

Incentivo Occupazione NEET - 2018

Lavoratori interessati
Giovani di età compresa tra i 16 ed i 29 anni che siano aderenti al Programma Garanzia Giovani, nel caso di giovani di età inferiore ai 18 anni, questi devono aver assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione.

Agevolazione
L’incentivo è riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

Tipologie contrattuali incentivate

  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione.
  • Contratto di apprendistato professionalizzante.

L’incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale.

I​mporto e durata dell’incentivo
L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.060,00 euro annui per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.

Incentivo Occupazione Mezzogiorno - 2018

Regioni Interessate
Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.

Lavoratori interessati
L’incentivo è riconosciuto a datori di lavoro privati che assumano persone disoccupate, ai sensi dell’articolo 19 del D.lgs. 150/2015, in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 34 anni di età;
  • lavoratori con 35 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, ai sensi del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 20 marzo 2013.

Fatto salvo il caso di una trasformazione da tempo determinato ad indeterminato i soggetti interessati non devono aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi con il medesimo datore di lavoro.

Per i lavoratori di età compresa tra i 25 ed i 34 anni di età, l’incentivo può essere fruito applicando il Regime De Minimis o solo quando, in aggiunta alle condizioni di incremento occupazionale netto, ricorra una delle seguenti condizioni:

  • il lavoratore sia privo di impegno regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • il lavoratore non sia in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di una qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale;
  • il lavoratore abbia completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni e non abbia ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;
  • il lavoratore sia assunto in professioni o settori caratterizzanti da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno il 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello Stato, ovvero sia assunto in settori economici in cui sia riscontrato il richiamato differenziale nella misura di almeno il 25%.

Tipologia di Assunzioni

  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione.
  • Contratto di apprendistato professionalizzante.
  •  Trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto di lavoro a tempo determinato.

L’incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale.

Importo e durata dell’incentivo
L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.060,00 euro su base annua, per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.
In caso di rapporto a tempo parziale il massimale è proporzionalmente ridotto.

L’incentivo deve essere fruito, a pena di decadenza, entro il termine del 29 febbraio 2020.

Cumulabilità
L’incentivo è cumulabile con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile, previsto dall’art.1, comma 100, della Legge 27 dicembre 2017, n.205.

Incentivo Strutturale all'occupazione Giovanile Stabile - 2018

Esonero contributivo per le nuove assunzioni di giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato, valido per le nuove assunzioni effettuate a partire dal 1 gennaio 2018.

Lavoratori interessati
Giovani che non abbiano compiuto 30 anni di età e non siano stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro nel corso dell’intera vita lavorativa. Per le sole assunzioni effettuate nel 2018 il limite di età si alza a 35 anni non compiuti.

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro privati.

Incentivo
L’incentivo è pari al 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 3.000,00 euro su base annua, da riparametrare e applicare su base mensile.

La durata del beneficio è pari a 36 mesi a partire dalla data di assunzione.
La medesima agevolazione può essere riconosciuta nelle ipotesi di mantenimento in servizio, decorrente dal 1 gennaio 2018, del lavoratore al termine del periodo di apprendistato, a condizione che il lavoratore, al momento del mantenimento in servizio, non abbia compiuto il trentesimo anno di età.

Nella suddetta fattispecie, il beneficio trova applicazione per un periodo massimo di 12 mesi, fermo restando l’importo massimo pari a 3.000,00 euro.

L’esonero è, inoltre, elevato nella misura del 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per 36 mesi a partire dalla data di assunzione e sempre nel limite massimo di 3.000,00 euro su base annua, da riparametrare e applicare su base mensile, nelle ipotesi in cui le assunzioni a tempo indeterminato riguardino giovani che, nei sei mesi precedenti, abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi apprendistato in alta formazione.

Tipologia di assunzioni

  • Contratto a tempo indeterminato;
  • Prosecuzione di un contratto di apprendistato in un rapporto a tempo indeterminato;
  • Trasformazione di un contratto a tempo determinato in uno a tempo indeterminato.

Cumulabilità
L’incentivo non è cumulabile con l’incentivo per l’assunzione di lavoratori con più di 50 anni di età disoccupati da oltre 12 mesi e di donne prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi ovvero prive di impiego da almeno 6 mesi e appartenenti a particolari aree o settori economici o professioni.

L’incentivo è cumulabile con incentivi di natura economica quali:

  •  Incentivo per l’assunzione di lavoratori disabili.
  • Incentivo all’assunzione di beneficiari di NASPI.

Con specifico riferimento all’Incentivo “Occupazione Mezzogiorno”, vi è cumulabilità fino al 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi INAIL, nel limite massimo di 8.060,00 euro su base annua per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.
Analogo discorso, vale per l’incentivo “Occupazione Neet”.

Esonero Contributivo Assunzione Sistema Duale

Con l’introduzione dell’ Incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile, dal 1° gennaio 2018 viene abrogato il c.d. esonero contributivo per assunzione sistema duale, previsto dalla Legge di Bilancio 2017 (commi 308, 309 e 310 dell’articolo 1 della legge 11 dicembre 2016, n, 232).

Lavoratori interessati
Giovani entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio che hanno svolto, presso il medesimo
datore di lavoro, attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro privati.

Agevolazione
L’incentivo viene erogato sotto forma di sgravio contributivo e spetta per le assunzioni fatte a partire dal 1° gennaio 2017 e fino al 31 dicembre 2018 con contratto a tempo indeterminato anche in apprendistato.

Importo e durata dell’incentivo
L’agevolazione consiste nell’esonero, per un periodo massimo di trentasei mesi, del versamento  dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di euro 3.250 su base annua.

Giovani - Contratto di apprendistato

Donne

Lavoratori interessati
Donne di qualsiasi età, ovunque residenti, e “prive di un impiego regolarmente retribuito da
almeno 24 mesi”.

Il termine si abbassa a 6 mesi se:

  • Residenti in aree svantaggiate;
  • Impiegate in una professione o in un settore economico caratterizzati da una accentuata disparità occupazionale di genere.

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro privati.

Agevolazione
Le agevolazioni consistono in benefici contributivi a seguito sottoscrizione di:

  • Contratto di lavoro a tempo determinato, anche in somministrazione.
  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato.
  • Trasformazioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto agevolato.

Importo e durata dell’incentivo

  • Per le assunzioni a tempo determinato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 12 mesi.
  • Per le assunzioni a tempo indeterminato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 18 mesi.

In caso di trasformazione del contratto a termine in contratto a tempo indeterminato, la riduzione dei contributi si prolunga fino al 18° mese dalla data di assunzione.

Lavoratori over '50

Lavoratori interessati
Lavoratori di età pari o superiore a 50 anni disoccupati da oltre 12 mesi.

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro privati.

Agevolazione
Le agevolazioni consistono in benefici contributivi a seguito sottoscrizione di:

  • Contratto di lavoro a tempo determinato, anche in somministrazione.
  • Contratto di lavoro a tempo indeterminato.
  • Trasformazioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto agevolato.

Importo e durata dell’incentivo

  • Per le assunzioni a tempo determinato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 12 mesi.
  • Per le assunzioni a tempo indeterminato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 18 mesi.

In caso di trasformazione del contratto a termine in contratto a tempo indeterminato, la
riduzione dei contributi si prolunga fino al 18° mese dalla data di assunzione.

Lavoratori in CIGS

Lavoratori interessati
Lavoratori che abbiano fruito della CIGS per almeno 3 mesi, anche non continuativi, dipendenti di aziende beneficiarie di CIGS da almeno 6 mesi.

Datori di lavoro interessati
Tutti i datori di lavoro, comprese le società cooperative che assumono soci lavoratori con
rapporto di subordinazione

Agevolazione
L’agevolazione viene concessa a seguiti assunzione a tempo pieno e indeterminato, sotto forma
di riduzione contributiva.

Benefici contributivi
Contribuzione a carico del datore di lavoro pari a quella prevista in via ordinaria per gli
apprendisti (10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali) per 12 mesi. Dall’agevolazione è esclusa la quota a carico del lavoratore che è dovuta per intero come per la generalità dei dipendenti.

Benefici economici
Contributo mensile pari al 50% dell’indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore per
un periodo pari a:

  • 9 mesi per lavoratori fino a 50 anni;
  • 21 mesi per i lavoratori con più di 50 anni;
  • 33 mesi per i lavoratori con più di 50 anni e residenti nel Mezzogiorno e nelle aree ad
    alto tasso di disoccupazione.

Chiedi Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

Nome Azienda (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento EU 2016/679 ed in conformità alle prescrizioni del D.Lgs. 196/03 e s.m.i. per le seguenti finalità:
  • Ricevere informazioni
  • Essere contattato a mezzo mail e/o telefono