CHANGE MANAGEMENT: COME GESTIRE IL CAMBIAMENTO AZIENDALE

//CHANGE MANAGEMENT: COME GESTIRE IL CAMBIAMENTO AZIENDALE
Condividi questo contenuto con i tuoi amici!

COS’E’ IL CHANGE MANAGEMENT?

Nel nuovo contesto di mercato i confini delle organizzazioni tendono a crollare a causa delle nuove economie e  il cambiamento diventa un processo continuo che deve essere metabolizzato nella cultura e negli attori presenti sul mercato. La capacità di gestire il processo continuo del cambiamento rappresenta sia un vantaggio per l’organizzazione in termini di competitività che la capacità di realizzare performance e di ottenere un posizionamento competitivo in anticipo rispetto ai concorrenti.

Questa situazione ha dato origine ad una vera e propria disciplina manageriale che va sotto il nome di Change Management organizzativo (CMO) e che si affianca all’attività svolta dalle società di consulenza, le quali sviluppano competenze di business sempre più specifiche nella gestione del cambiamento. Questo è dovuto al fatto che, molto spesso, le Organizzazioni si basano esclusivamente sull’esperienza e ricorrono alle metodologie acquisite dai consulenti poiché non dispongono degli skills e delle tecniche necessari.

Con il termine change management, si intende un approccio strutturato al cambiamento negli individui, nei gruppi, nelle organizzazioni e nelle società che renda possibile (e/o pilota) la transizione da un assetto corrente ad un futuro assetto desiderato. Il change management, così come viene comunemente inteso, fornisce strumenti e processi per riconoscere e comprendere il cambiamento e gestire l’impatto umano di una transizione. Il concetto è stato elaborato per la prima volta da alcuni studiosi negli Stati Uniti negli anni Sessanta. Tuttavia è solo a partire dagli anni Ottanta che è entrato a far parte dei corsi di laurea ad indirizzo economico in Italia e nel mondo.

Le aziende vitali, che hanno una visione di sviluppo, incontrano continue sfide di cambiamento. Le forme di cambiamento possono essere le più diverse: fusioni, acquisizioni, integrazioni, internazionalizzazioni, cambiamenti di strategia, di cultura organizzativa, di azionisti, di management, per citarne solo alcune.

La ricerca dimostra però che la maggior parte dei progetti di cambiamento non raggiunge i risultati attesi a causa del mancato ingaggio delle persone. Perchè? Per una naturale resistenza al cambiamento.

CHI SI OCCUPA DI CHANGE MANAGEMENT?

I modelli di cambiamento descrivono la rottura dello status quo e la transizione ad un nuovo stato d’equilibrio, non certamente stabile, ma potenzialmente minacciato da nuove spinte.
A differenza del passato, però, il cambiamento è diventato uno stato “normale” e la sua gestione è quindi parte del lavoro e delle competenze fondamentali del management. Proprio per questo prendono sempre più spazio professionisti che intervengono mettendo a disposizioni delle aziende specifiche competenze organizzative, manageriali e comunicative.

Il Change Agent, Agente di cambiamento, è una delle nuove professioni nate nell’ambito dell’open innovation. È focalizzato sulla parte di innovazione riguardante le Human Resources (HR).

COSA FA IL CHANGE MANAGER?

Ama diffondere la cultura dell’innovazione all’interno di una organizzazione e ha le caratteristiche necessarie per motivare le persone a cambiare. Il suo obiettivo è definire e implementare una strategia di trasformazione. Il principale compito che ha chi ricopre questo ruolo è mettere in piedi una struttura che supporti l’innovazione all’interno dell’azienda e allo stesso tempo assicurarsi che le principali figure “politiche” aziendali capiscano il valore del cambiamento in atto. Per ottenerne il supporto deve saperli guidare e motivare.

Nell’attuale contesto i manager devono riuscire a rispondere a pressioni e opportunità provenienti dall’interno e dall’esterno delle proprie aziende; sempre più spesso  si trovano a dover gestire e guidare processi organizzativi complessi. Comprendere come predisporre un percorso di sviluppo organizzativo che aiuti i lavoratori ad operare secondo le nuove necessità richieste dal mercato è ormai una competenza manageriale fondamentale. Vuoi imparare di più sul Change Management?

SCOPRI IL CORSO IN CHANGE MANAGEMENT E COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO. 

Il corso strutturato in 16 ore in formula weekend suddivise in due giornate da 8 ore arricchite, fornisce conoscenze teoriche e pratiche di change management, dalla progettazione alla conduzione delle diverse fasi.

Time Vision è a completa disposizione per ogni delucidazione e chiarimento in merito, e sarà  ben lieta di offrirle tutta l’assistenza necessaria.

TIME VISION scarl

Corso Alcide De Gasperi, 169

Castellammare di Stabia (NA)

tel. 081/8715396 – 081/3941097

fax 178 2255443

email: info@timevision.it

www.timevision.it

Chiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare

Il tuo messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali per comunicazioni relative ai temi di formazione, consulenza e lavoro, in conformità alle disposizioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) e secondo le prescrizioni del D.Lgs.196/03 così come modificato dal D.Lgs. 101/2018.

Ultime News

4 Luglio 2019|