REDDITO DI CITTADINANZA: DAL 9 SETTEMBRE VIA AI COLLOQUI!

//REDDITO DI CITTADINANZA: DAL 9 SETTEMBRE VIA AI COLLOQUI!
Condividi questo contenuto con i tuoi amici!

In partenza la fase 2 del Reddito di cittadinanza

Il via alle convocazioni dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza, da parte dei Centri per l’impiego (CPI), previsto inizialmente per il 24 giugno, partirà ufficialmente il prossimo 9 settembre 2019.

I potenziali beneficiari, dichiara Anpal, saranno chiamati a firmare il Patto per il lavoro per poi essere inseriti nelle attività che dovrebbero aiutarli a trovare un’occupazione.

Cos’è il patto per il lavoro
Il patto per il lavoro serve ad identificare le competenze possedute e prevede che debba essere accettata almeno una delle tre offerte di impiego congrue che verranno avanzate. La “coerenza”, in base alla legge, segue tre principi: la coerenza tra l’offerta di lavoro e le competenze, la distanza dal domicilio, la durata dello stato di disoccupazione. Così nei primi 12 mesi di fruizione del “reddito di cittadinanza” sarà congrua la prima offerta se entro 100 chilometri di distanza dalla residenza (o comunque raggiungibile con un massimo di 100 minuti con i mezzi pubblici), la seconda entro i 250 chilometri e la terza sull’intero territorio italiano. Dopo 12 mesi anche per la prima offerta la “congruità” è riconosciuta se si è entro i 250 chilometri.

Tutti i beneficiari riceveranno la chiamata da uno dei call center dei CPI, dagli uffici o comunque una mail di conferma che servirà a provare l’avvenuta convocazione nel caso in cui il beneficiario non si presentasse all’appuntamento, mettendosi così nella posizione di perdere l’assegno.

Le esclusioni
Sono esclusi dalla chiamata i beneficiari della pensioni di cittadinanza o gli over 65, i disabili (possono però aderire volontariamente), i componenti della famiglia con impegno di cura per bambini sotto i 3 anni o per persone non autosufficienti. Non dovranno essere chiamati poi i soggetti che hanno già sottoscritto un patto di servizio perché si sono recati volontariamente presso un Cpi. Le persone che hanno già in piedi un patto di servizio dovranno essere convocate per stipulare il patto per il lavoro ed essere informati circa gli obblighi connessi al reddito di cittadinanza. I soggetti invece che hanno in corso una misura di politica attiva proseguono e saranno poi convocati dai Cpi per la stipula del patto per il lavoro entro 30 giorni dal termine dell’intervento. Entro il 15 dicembre poi i Cpi effettuano la presa in carico, con la verifica delle fattispecie di esclusione-esonero.

Time Vision è a Sua completa disposizione per ogni delucidazione e chiarimento in merito, e sarà ben lieta di offrirLe tutta lassistenza necessaria.

TIME VISION scarl
Corso Alcide De Gasperi, 169
Castellammare di Stabia (NA)
tel. 081/8715396 – 081/3941097
fax 178 2255443
email: info@timevision.it
www.timevision.it

 

 

Ultime News

Chiedi informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Cellulare

Il tuo messaggio

Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento EU 2016/679 ed in conformità alle prescrizioni del D.Lgs. 196/03 e s.m.i. per le seguenti finalità:
  • Ricevere informazioni
  • Essere contattato a mezzo mail e/o telefono
  • 5 Settembre 2019|
    X