Il conto alla rovescia è, oramai, iniziato. All’appello, per le aziende interessate, ci sono solo pochi giorni. E poi si chiuderà la proroga per l’accesso al Fondo Nuove Competenze. Ecco, quindi, un breve recap di tutti i costi coperti dall’avviso in scadenza.

I costi coperti dall’avviso Fondo Nuove Competenze

Quali sono, dunque, i costi coperti dall’avviso Fondo Nuove Competenze? In questa edizione del Fondo Nuove Competenze, i costi coperti sono:

  • il 60% della retribuzione oraria di lavoro
  • il 100% dei contributi previdenziali delle ore destinate alla formazione

Queste sono le condizioni di base. A cui se ne aggiunge una terza che si verifica solo in una condizione e cioè se l’azienda che vuole accedere al Fondo Nuove Competenze ha intenzione di attuare un piano triennale di riorganizzazione che prevede una riduzione oraria di tutti i lavoratori, a parità di retribuzione. In questo caso specifico, il fondo copre l’intera retribuzione oraria dei lavoratori coinvolti in percorsi di formazione.

Questo vale anche se la diminuzione complessiva dell’orario di lavoro è di una sola ora a settimana.

Formazione per nuove organizzazioni di lavoro

Cosa vuol dire questo? Che, ad esempio, attraverso percorsi strutturati di formazione previsti dal Fondo Nuove Competenze, le aziende possono anche procedere ad un riassetto organizzativo degli orari, degli uffici, delle presenze. In una logica smart in cui la produttività dei singoli non è calcolata sul numero di ore di presenza, ma sugli obiettivi conseguiti.

Si innesca, così, un processo di innovazione organizzativa aziendale che, poi, a cascata fa da apripista agli altri tipi di innovazione previsti da questa annualità del fondo, e cioè:

  • digitale, di processo e di prodotto
  • sostenibile
VUOI CONOSCERE LE NOVITÀ SUL FONDO NUOVE COMPETENZE?
Utilizziamo i cookie per garantirti la migliore esperienza