ADR - DGSA

La figura del Consulente ADR, introdotta dal D. Lgs. n. 40 del 04 febbraio 2000 e aggiornata dal D. Lgs. n. 35 del 27 gennaio 2010, viene imposta a tutte le imprese che facciano attività d’imballaggio, riempimento, carico e scarico e trasporto di merci pericolose, le quali  devono obbligatoriamente incaricare un “Consulente per la Sicurezza dei Trasporti” (DGSA) adeguatamente e formato secondo normativa vigente.

Il Consulente ADR svolge le attività legate alle merci pericolose, in particolare:

  • verifica l’osservanza delle disposizioni in materia di trasporto di merci pericolose;
  • consiglia l’impresa nelle operazioni relative al trasporto di merci pericolose;
  • redige una relazione annuale sulle attività dell’impresa per quanto concerne il trasporto di merci pericolose.

Per diventare consulente ADR, bisogna essere in possesso del Certificato di formazione professionale che viene rilasciato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a seguito del superamento dell’esame apposito organizzato presso gli uffici provinciali del Ministero dei Trasporti (ex Motorizzazioni). L’esame avviene in forma scritta ed è costituito da un questionario con risposte a scelta multipla e dallo studio di un caso in relazioni ai compiti sanciti dal Decreto. Il certificato è valido in ogni paese facente parte dell’Unione Europea e va rinnovato ogni 5 anni superando un apposito esame.

La figura del Consulente, é estremamente delicata e cruciale, sia dal punto di vista dei suoi rapporti all’interno ed all’esterno dell’ azienda che consiglia, sia verso le pubbliche autorità, per cui un’adeguata e aggiornata formazione è fondamentale per operare come operatore. D’altro canto i problemi ed i rischi derivanti dal trasporto di sempre crescenti quantità di merci pericolose hanno imposto l’ introduzione di misure adeguate per diminuire il più possibile il rischio residuo insito in questi trasporti.

 

Condividi questo contenuto con i tuoi amici!