Decreto Aiuti ter: le misure per le imprese - Timevision
Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Aziende

Decreto Aiuti ter: le misure per le imprese

Decreto Aiuti ter: le misure per le imprese

Molte le misure a sostegno delle imprese inserite nel Decreto Aiuti Ter: il documento approvato all’unanimità dal consiglio dei Ministri, prevede una manovra finanziaria da 14 miliardi di euro.

L’obiettivo? Ridurre al minimo l’impatto del caro energetico sulle famiglie e sulle imprese. In che modo? Con una serie di interventi specifici. Ecco i dettagli.

I dettagli del Decreto Aiuti ter per le imprese

Ad illustrare nel dettaglio le misure è il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti.

Il Decreto Aiuti Ter parte, innanzitutto, dall’aumento della garanzia statale sui prestiti alle imprese in crisi di liquidità per il caro bollette. Seconda disposizione per le aziende è l’estensione del credito d’imposta.

Introdotte, su proposta del ministro Giorgetti, aliquote del:

  • 40% per gli energivori
  • e del 30% per le imprese più piccole che impiegano energia elettrica con una potenza superiore a 4,5 kw.

Le risorse stanziate per questi interventi verranno concentrate nei mesi di ottobre e novembre per un ristoro immediato e più consistente sul caro energia.

Questo il commento di Giorgetti:

“concentrare le risorse in due mesi e aver allargato la platea dei beneficiari anche ai piccolissimi, compresi artigiani e le piccole attività, è positivo e le percentuali degli sconti effettivi sono molto significative. Di fatto si tratta di un beneficio sui costi energetici del 30-40% e non sulla differenza. Positive anche le misure che prevedono prestiti garantiti a tassi molto agevolati per pagare le bollette”.

Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico

Il decreto Aiuti ter proroga al prossimo 31 ottobre il termine per attivare la procedura di restituzione dei crediti d’imposta ricerca e sviluppo indebitamente percepiti. 

La lotta alla delocalizzazione degli stabilimenti

Le recenti notizie di cronaca economica sulle decisioni di gruppi industriali stranieri di chiudere le proprie sedi in Italia hanno mosso il consiglio dei Ministri a introdurre una serie di misure di rafforzamento che impediscano – o rendano più difficile – decisioni drastiche di delocalizzazione improvvisa, come il caso dell’impianto Wartsila in provincia di Trieste.


 
 
 

Sei un'azienda o un professionista? Contattaci per maggiori informazioni


 

    Autorizzo al trattamento dei dati personali per comunicazioni relative ai temi di formazione, consulenza e lavoro, in conformità alle disposizioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR).

    Lascia un commento

    Leave a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrebbe interessarti anche:

    Aziende

    È di 250 milioni di euro il tesoretto che il Ministero dello Sviluppo Economico per il rifinanziamento degli accordi per l’innovazione. Questa seconda tranche...

    Aziende

    La ripresa economica delle aziende della penisola è ancora lontana. Sono pochi i territori in cui il valore aggiunto dei sistemi economici ha raggiunto...

    Aziende

    La formazione tecnico scientifica per colmare i gap La formazione è la sola arma che hanno a disposizione lavoratori e aziende per crescere. Ancora...

    Aziende

    Le aziende scelgono l’economia verde via libera alle assunzioni green Il 34,5% delle assunzioni nel 2021 ha richiesto competenze green . Guardano con più...

    Aziende

    Welfare aziendale : le grandi realtà scelgono lo psicologo Lo psicologo sul luogo di lavoro per rispondere ai criteri del welfare aziendale e del...

    Aziende

    Sanzioni più severe per le aziende che non rispettano le regole dei tirocini extracurriculari. Lo stabilisce la nota dell’Istituto Nazionale del Lavoro che ha...

    Copyright © 2020 TIME VISION s.c.a.r.l. - p.iva n.07223751210 - Capitale versato 100.000,00 €