Formazione professionale obbligatoria nell'orario di lavoro - Timevision
Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Formazione dipendenti

Formazione professionale obbligatoria nell’orario di lavoro

formazione professionale obbligatoria nell'orario di lavoro
formazione professionale obbligatoria

La formazione professionale per l’Europa 

La risposta arriva direttamente dall’Europa: la formazione professionale obbligatoria rientra a tutti gli effetti nell’orario di lavoro. A stabilirlo è la Corte di Giustizia Europea che in una sentenza ha specificato alcuni punti fondamentali in tema di formazione professionale.

Il caso di partenza ha riguardato un lavoratore di un’azienda che, per un periodo di test del proprio rendimento sul luogo di lavoro, aveva dovuto affrontare un percorso di 160 ore di formazione.

Sul totale del monte ore, soltanto 36 si svolgevano in orario lavorativo e nella sede. Mentre le restanti 124 erano fuori azienda e in fasce orarie non compatibili con la giornata lavorativa.

Il dipendente in questione ha presentato ricorso, chiedendo che tutte le ore di formazione extra orario di lavoro fossero riconosciute come lavoro straordinario, e quindi pagate.

La risposta dell’Europa

Sulla questione specifica, la Corte di Giustizia ha ricordato la distinzione, messa nero su bianco nelle direttive comunitarie, tra orario di lavoro e periodo di riposo.

Laddove per:

  • “orario di lavoro”: si intende qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro, a disposizione del datore di lavoro e nell’esercizio della sua attività o delle sue funzioni, conformemente alle legislazioni e/o prassi nazionali;
  • mentre per “periodo di riposo” si intende qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro

Perché la formazione professionale è, quindi, orario di lavoro?

Sono due le ragioni che hanno portato la Corte di Giustizia a ritenere la formazione in questione assimilabile a lavoro straordinario:

  • il dipendente doveva andare in un determinato orario in un luogo indicato dal datore di lavoro
  • e doveva essere comunque a disposizione, anche al di fuori del proprio orario

Per queste ragioni la Corte di Giustizia ha dato ragione al dipendente, indicando che la formazione professionale obbligatoria deve essere inserita nel normale orario di lavoro, anche se si svolge in altri luoghi e altri orari. 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una marcia in piu’ per la tua azienda

Ci sono tante opportunità per favorire la crescita della tua azienda, ottimizzarne i costi e creare sviluppo.

Scopri subito i vantaggi che potrai avere beneficiando di:

- Fondo Nuove Competenze : il fondo del Ministero del Lavoro che finanzia fino a 250 ore del costo lordo dei tuoi dipendenti se li riqualifichi

- Formazione 4.0 : formi il tuo personale sulle tecnologie e recuperi il 50% del costo del personale in formazione sottoforma di Credito di Imposta.

- Scopri tutti i vantaggi delle misure incluse in Industria 4.0

- Risparmia sui costi delle nuove assunzioni con le Politiche attive

- Scopri come ottenere la Ricerca e Selezione gratuita per cercare nuovi dipendenti 

- Richiedi l'Outplacement se hai bisogno di una riduzione del personale

Non aspettare

Dedica te stesso al continuo miglioramento personale, il covid ha fermato il mondo, fatti trovare pronto quando riparte!

Il nostro Catalogo Corsi è una selezione mirata di percorsi formativi ad alto impatto occupazionale.

Scegliamo i nostri corsi, solo dopo un’attenta analisi del mercato del lavoro.

CONSULTA ORA I CORSI DI FORMAZIONE
Advertisement consulenza timevision

Potrebbe interessarti anche:

Persone

Sette studenti su 10 che escono da un percorso di formazione professionale trovano lavoro entro 3 anni. A dimostrarlo è il rapporto dell’IINAPP, l’istituto...

Copyright © 2020 TIME VISION s.c.a.r.l. - p.iva n.07223751210 - Capitale versato 100.000,00 €